Skip to main content
Patentino AM: guida alla sicurezza per i giovani conducenti 

Patentino AM: guida alla sicurezza per i giovani conducenti 

19 Febbraio 2024

Sei pronto a conquistare la libertà di muoverti in autonomia con il tuo primo veicolo a due ruote? Il patentino AM è il tuo biglietto d’ingresso nel mondo dei motorini e microcar e Autoscuola Daytona è la compagna perfetta per accompagnarti in questo viaggio.

Se stai leggendo quest’articolo, magari ti stai chiedendo cosa si può guidare con la patente AM, quali sono i requisiti o stai cercando informazioni sull’esame per ottenere il patentino AM.
Preparati ad approfondire gli aspetti cruciali per conseguire la patente di guida categoria AM, tra consigli pratici su come affrontare l’esame di guida patentino e strategie vincenti per la preparazione alla prova teorica. Con un approccio step-by-step, ti aiutiamo a capirci di più, invitandoti a contattarci o venirci a trovare per chiarire ogni tuo dubbio.
Mettiti comodo e continua a leggere.

Requisiti e documentazione necessaria per il patentino AM

Stai valutando insieme ai tuoi la possibilità di acquistare un ciclomotore e stai cercando l’autoscuola giusta per ottenere il patentino AM, prima di tutto, vogliamo tranquillizzarti.
Non è un’impresa titanica, ma ci sono alcuni requisiti e documenti che devi consegnare al momento dell’iscrizione.

Patentino AM: età minima richiesta e cosa puoi guidare

Puoi ottenere il patentino a partire dai 14 anni e sei abilitato alla guida di:
-ciclomotori
veicoli a 2 e a 3 ruote, con velocità massima non superiore a 45 Km/h, motore di cilindrata non superiore a 50 cc e potenza massima non superiore a 4 kW

-quadricicli leggeri (minicar e quad)
veicoli a 4 ruote, con massa in ordine di marcia non superiore a 425 kg, velocità massima non superiore a 45 Km/h, motore di cilindrata non superiore a 50 cc se ad accensione comandata e non superiore a 500 cc se ad accensione spontanea. Potenza massima di 4 kW per i quad (abitacolo aperto) da strada leggeri e di 6 kW per i quadricicli leggeri con abitacolo chiuso. Due posti a sedere incluso quello del conducente.

(fonte Ministero).

Senza andare troppo nello specifico, ora, passiamo alla documentazione.

Per l’iscrizione al corso per ottenere la patente AM, conosciuta comunemente come patentino, si richiedono vari documenti, inclusa la compilazione della domanda sul modello TT 2112.
È richiesta la firma chiara del candidato sulla domanda, con eventuale firma del rappresentante legale se minorenne. Va indicato il tipo di veicolo per l’esame pratico e allegata la fotocopia di un documento d’identità valido. Per i minori, è richiesto anche il documento d’identità di uno dei genitori o di un tutore. Due foto recenti del candidato, un certificato medico e la dichiarazione di residenza completano la documentazione necessaria.
Ovviamente rimaniamo a tua disposizione per tutti i chiarimenti, siamo in via nomentana, 945 a Roma.

Come prepararsi all’esame teorico: consigli utili e argomenti principali

Già studiare a scuola, ti mette l’ansia, figuriamoci farlo per la patente, vero? Quello che da anni cerchiamo di far capire agli iscritti ai nostri corsi patente, di qualunque età, è l’importanza della formazione. Guidare anche solo il motorino è una grande responsabilità e bisogna conoscere le regole del Codice della Strada e, soprattutto, rispettarle.
Certo, non siamo qui per farti la paternale, anche perché se ti affidi ai formatori giusti prepararsi all’esame teorico per il patentino AM diventa più semplice del previsto.

Vuoi qualche consiglio?

Prima di tutto, è fondamentale conoscere gli argomenti principali su cui verterà l’esame: segnali stradali, regole di precedenza, norme di comportamento in strada, meccanica basilare del ciclomotore e legislazione stradale specifica per i veicoli che si possono guidare con la patente AM.

Puoi studiare da privatista è vero, ma anni di esperienza nel settore ci hanno mostrato come il privatista spesso perda di vista l’obiettivo e non riesca a conciliare studio e impegni vari. Iscriviti in autoscuola e adotta un buon metodo di studio.
Organizza il materiale per argomenti e dedica a ciascuno il tempo necessario per una comprensione approfondita.

Utilizza le app e i quiz online specifici per la patente AM; sono uno strumento prezioso per mettere alla prova la tua conoscenza in modo interattivo e capire quali sono le tue aree di debolezza.
Non trascurare la parte pratica: anche se stai studiando per l’esame teorico, familiarizzare con il veicolo che guiderai ti aiuterà a comprendere meglio alcune domande dell’esame. Infine, non sottovalutare la gestione dell’ansia.

Seguendo questi consigli e affrontando lo studio con serietà e costanza, avrai tutte le carte in regola per superare l’esame teorico del patentino AM.

La prova pratica: cosa aspettarsi e come superarla con successo

Finalmente sei arrivato alla fase finale per ottenere il tuo patentino AM: la prova pratica. La prova pratica si divide in due fasi, la prima si svolge in un’area chiusa e attrezzata, la seconda si svolge su strada e serve a verificare il comportamento del candidato nel traffico.
Puoi svolgere l’esame su ciclomotori a due o tre ruote e su quadricicli leggeri, la scelta è effettuata al momento della domanda del conseguimento. Inoltre, il mezzo prescelto può essere manuale o automatico, ma con la patente con codice armonizzato 78 puoi guidare solo veicoli automatici.

Per superare questo secondo step oltre alla dovuta preparazione, è molto importante il tipo di atteggiamento: mostra sicurezza nelle tue azioni, ma senza essere presuntuoso, rispetta sempre le regole della strada e mantieni la calma anche se commetti qualche errore minore.

Ti ricordiamo che il patentino AM è molto gettonato anche perché consente la guida dei cosiddetti quadricicli leggeri, cioè le minicar 50 cc.
Se sei interessato a sperimentare la guida con questa tipologia di veicolo, chiamaci.