Autore: Luana Stinziani

Certificato di proprietà: come ottenere il duplicato

Devi vendere la tua auto e hai smarrito il certificato di proprietà?
Cosa devi fare?

Il primo passo è quello di sporgere denuncia alle autorità competenti che ti chiederanno di compilare un modulo con i tuoi dati e quelli del veicolo.
Il secondo è quello di rivolgersi a un’autoscuola abilitata con i seguenti documenti:

  • la denuncia di furto, smarrimento o distruzione
  • in caso di deterioramento, il vecchio certificato in forma cartacea
  • il modello NP3C, che trovi presso le autoscuole autorizzate con lo STA, Aci o uffici della Motorizzazione
  • fotocopia di un documento d’identità valido

Il costo del duplicato del certificato di proprietà comprende:

  • 13,50€ per gli emolumenti ACI
  • 48,00€ di imposta di bollo solo se la richiesta del duplicato del CdP è per via del deterioramento del documento.

Con la versione digitale del certificato non avrai più problemi di deterioramento, furto o smarrimento.

Leggi tutte le news sul mondo auto e patente sul portale Autoscuole nel web

La patente di guida è un documento valido

La patente di guida è un documento di riconoscimento valido allo stesso modo della carta d’identità o del passaporto? Sì.

Secondo l’art.35 del DPR 445/2000, la patente è un documento valido, perché rilasciato da un ente dello Stato con foto e dati del titolare e timbro ufficiale.
Il discorso riguarda sia per la patente cartacea sia per quella plastificata, come descritto nella circolare del Ministero dell’Interno M/2413/8 del 14 marzo 2000.

In generale, la patente è accettata in tutti i paesi della UE, solo per i paesi extra europei, e in questa lista inseriamo anche la Gran Bretagna, sono richiesti la carta d’identità e/o il passaporto.

Leggi tutto l’articolo su Autoscuole nel web.

Proroga covid: scadenza patenti

Il 29 giugno scade la proroga per la scadenza delle patenti

Tutte le patenti, Cqc e abilitazioni professionali usufruiscono della proroga trimestrale dal 31 marzo 2022, data in cui è scaduto lo stato di emergenza.
Per tutti i documenti scaduti da aprile 2022, le scadenze previste saranno quelle ordinarie.
Ma vediamo nel dettaglio come funziona per la patente di guida.


Per la circolazione sul solo suolo italiano, la validità è così stabilita:

  • Scadenza 31 gennaio 2020 – 31 marzo 2022, proroga fino al 29 giugno
  • Nessuna proroga per i documenti in scadenza dal 1° aprile 2022, periodo posteriore alla fine dello stato di emergenza

La situazione è diversa per le patenti rilasciate in Italia, ma circolanti in uno stato dell’Unione Europea.
Infatti:

  • Proroga di 13 mesi (7+6) per le patenti scadute tra febbraio 2020 e il 31 maggio 2020.
  • Per le patenti in scadenza tra il 1° giugno 2020 e 31 agosto 2020, la proroga è scaduta l’anno scorso e precisamente il 1° luglio 202
  • Stesso discorso per le patenti in scadenza dal 1° settembre 2020 al 30 giugno 2021, la proroga, che era di 10 mesi, è scaduta.

Per conoscere tutti i dettagli delle scadenze al 29 giugno 2022, leggi l’articolo su Autoscuole nel web.

Euro NCAP: ecco le auto meno sicure

La classifica stilata ogni anno dalla Euro NCAP indica quali sono le auto più sicure per il guidatore, i passeggeri e gli altri utenti della strada.

Il punteggio parte da un minimo di zero stelle, ciò significa che il veicolo è omologato, ma non fornisce garanzie riguardo alla sicurezza, fino a un massimo di 5 stelle: l’auto è dotata di un ottimo equipaggiamento per la sicurezza attiva e passiva, tecnologie all’avanguardia per la protezione degli occupanti e sistemi anticollisione.

Tra le auto meno sicure, cioè quelle che hanno ottenuto massimo due stelle, troviamo:

  • la Renault ZOE (0 stelle): Occupanti (43%), Pedoni (52%), Bambini (41%), Assistenza Guidatore (14%);
  • la Dacia Spring (1 stella): Occupanti (49%), Pedoni (56%), Bambini (39%), Assistenza Guidatore (32%);
  • la Dacia Logan (2 stelle): Occupanti (70%), Pedoni (72%), Bambini (41%), Assistenza Guidatore (42%);
  • la Dacia Sandero Stepway (2 stelle): Occupanti (70%), Pedoni (72%), Bambini (41%), Assistenza Guidatore (42%).

Vuoi sapere quali sono le auto più sicure del 2021? Leggi l’articolo sul portale Autoscuole nel web.

Nuovo esame pratico patente

Il Ministro Giovannini anticipa in un’audizione alla Camera le iniziative sull’esame di guida: riconoscimento facciale per i candidati ed esame di guida da remoto.

L’obiettivo delle novità è quello di snellire il lavoro delle motorizzazioni, che negli anni hanno perso circa il 50% del personale.
Servirsi della tecnologia significa snellire le pratiche, rispondendo con efficienza alle molteplici richieste degli utenti.
In partenza da luglio il riconoscimento facciale dei candidati, attraverso parametri biomedici per limitare le frodi e rendere più agevole l’iter amministrativo.

Sei interessato all’argomento? Leggi tutto l’articolo su Autoscuole nel web.

Più attenzione sui monopattini elettrici

Il tasso di incidenti provocati dai monopattini elettrici è in aumento anche in Italia: i dati sono davvero preoccupanti.

I monopattini elettrici, complici gli incentivi all’acquisto da parte dei Governi, sono diventati uno dei mezzi più comodi nelle grandi aree.

Inoltre, in città come Roma, sono sempre più disponibili monopattini elettrici sharing: usarli è semplice. Si sbloccano, si riutilizzano e riparcheggiano tramite l’app.

I dati, però, ci dicono che c’è un aumento preoccupante degli infortuni alla guida dei monopattini.
Secondo i dati dell’Osservatorio Asaps (Ass. sostenitori polstrada) nel 2021 ci sono stati almeno 12 incidenti mortali alla guida di monopattini elettrici, con centinaia di feriti più o meno gravi.
Un tasso di mortalità che su 100.000 abitanti si attesta al 7,5%, più alto di quello relativo alla mortalità in bici, l’1,3%.

Leggi tutto l’articolo su Autoscuole nel web.

Le aziende italiane e la mobilità elettrica

Secondo una ricerca di Ald Automotive, società leader nel noleggio auto a lungo termine, le aziende italiane sarebbero pronte a passare alla mobilità 100% elettrica.

In linea con il cambiamento culturale globale, anche le imprese nostrane vogliono riconvertire il proprio parco mezzi con veicoli elettrici o plug-in.

La ricerca di Ald ha preso in considerazione le abitudini aziendali, le prospettive future e le considerazioni riguardo ciò che ostacola questo cambiamento.

Tra i vantaggi, vengono menzionati il risparmio economico, le politiche di incentivo statale e la sostenibilità ambientale.

Mentre tra i fattori scoraggianti, sicuramente il sistema delle ricariche e la durata della batteria elettrica, ancora non ai massimi livelli di sviluppo.
Infatti, le aziende tendono non ad acquistare, ma ad affittare le auto elettriche.

Leggi tutti gli articoli sulla mobilità elettrica qui.

Ecco come sono cambiati i quiz patente nautica

Finalmente dopo 10 anni di gestazione, anche i quiz patente nautica hanno subito un rinnovamento, chiesto a gran voce dagli enti di settore.

L’obiettivo è quello di formare persone capaci di navigare, tralasciando aspetti troppo nozionistici e mnemonici.

I nuovi quiz per la teoria nautica sono effettivi dal mese di maggio 2022 e prevedono una serie di cambiamenti, come quelli inerenti alla sezione meteorologia, alquanto semplificata.

Eliminate anche le domande di fisica navale, mentre sono richiesti approfondimenti sulla risoluzione di piccole avarie, laddove non è previsto l’intervento del meccanico.

I nuovi quiz prestano più attenzione all’ambiente, al rispetto dell’ecosistema marino e alla conoscenza dei sistemi di sicurezza e localizzazione, come il gps.

Leggi tutto l’articolo su Autoscuole nel web.

Classe di merito familiare: come funziona?

La classe di merito è quel valore assicurativo calcolato in base al livello di sinistrosità dell’assicurato.
È in poche parole, il valore utilizzato dalle assicurazioni per individuare il rischio collegato alla Rc auto: più alta è la classe di merito, più l’interessato paga per l’assicurazione.
Con la legge Bersani è stato possibile per gli appartenenti alla stessa famiglia ereditare la classe di merito del familiare convivente, a patto che i veicoli appartenessero alla stessa categoria.

Oggi, grazie al Bonus-Malus famiglia, è possibile che tutti gli appartenenti allo stesso stato di famiglia ereditino la classe di merito più vantaggiosa, applicabile non solo ai veicoli della stessa categoria.

Inoltre, se prima l’eredità della classe di merito avveniva solo con la prima attivazione della Rc auto, ora anche con il rinnovo. Leggi tutto l’articolo qui.

Semaforo verde al countdown

Saranno installati in tutta Italia i semafori con il conto alla rovescia, non solo per i pedoni e i ciclisti, ma anche per i veicoli.

La notizia è diffusa dall’Asaps: l’associazione da per certo l’arrivo di un Decreto ministeriale per regolare l’installazione dei dispositivi countdown.

Il Mims ha già sperimentato in alcune città italiane questi dispositivi con ottimi risultati riguardo alla sicurezza sulle strade e alla riduzione dei tempi di attesa dei conducenti, già con il piede sull’acceleratore allo scattare del giallo.

In quali luoghi o intersezioni stradali si pensa di montare il conto alla rovescia? E quanto tempo ci vuole per l’approvazione in Gazzetta ufficiale?

Leggi tutto l’articolo su Autoscuole nel web.

Benzina: cosa fare per risparmiare

Come risparmiare benzina in pochi e semplici step.

Ammettiamolo, il momento storico per gli automobilisti non è proprio dei migliori: crisi del mercato e prezzi del carburante alle stelle ci stanno mettendo a dura prova.
Iniziamo dal portafogli con qualche consiglio utile per risparmiare benzina.

Eseguire la corretta manutenzione del veicolo permette di risparmiare carburante, salvaguardando le componenti del veicolo.
Inoltre, negli spostamenti è il caso di pianificare sempre il tragitto, per non rischiare di girare a vuoto alla ricerca della destinazione.

Guidare in maniera fluida, senza brusche frenate e ripartenze non solo consuma benzina, ma accelera l’usura dell’auto.

Se ti interessa l’argomento, puoi leggere tutto l’articolo qui.

Incentivi auto e moto 2022: ecco le novità

Il Governo ha appena approvato i nuovi incentivi per risollevare il settore delle vendite automobilistiche.
Il mondo automobilistico è in crisi da qualche anno, il Covid prima, poi la mancanza dei chip e infine la guerra in Ucraina hanno messo a dura prova le vendite di auto.
Il Governo italiano interviene varando nuovi incentivi per l’acquisto di auto elettriche, plug-in e termiche.

Per i prossimi tre anni sono stati stanziati circa 650 milioni di euro: i bonus previsti vanno da 2000 a 5000 euro con o senza rottamazione.

Ricorda: è possibile rottamare solo i veicoli appartenenti a classi inferiori a Euro 5 e il bonus è concesso alle persone fisiche.
Infatti, solo una piccola parte degli incentivi è riservata alle società di car sharing.

Leggi tutto l’articolo sul portale Autoscuole nel web.

  • Home
  • Luana Stinziani
Aperto dal Lunedì al Venerdì
Dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19

Daytona Srl | Via Nomentana 945, 00137 Roma | P.IVA 07387761005
Sito realizzato da Autoscuole nel Web